Are you looking for something?

Bloglovin

Follow on Bloglovin
, , ,

Best of 2013

Siamo dunque giunti alla fine del 2013. Non che cambi molto, la vita rimane uguale a prima, non ci saranno grandi svolte stanotte allo scoccare dei dodici rintocchi, a meno che non troviate il vostro principe azzurro stanotte, che è lecito.
Ma siccome io sono già felicemente promessa in sposa, come la cara Aurora, non prevedo che tra oggi e domani mi risveglierò come una persona nuova. Magari una persona assonnata o con qualche brufolo in più, ma nuova nuova non credo.

Questa introduzione pessima è per presentarvi il tag (è un tag, vero? Io lo considero un tag.) di Like a candy shop, il tag dei “Best of 2013”.

Iniziamo subito. (Niente foto, post minimal!)

1. Best Nail Polish
Ce ne sarebbero un po' per questa categoria, contando anche il mio novello amore per Spartan, ma penso che il premio vada al 422 di Kiko della LE primaverile, che è il caro color Tiffany. È un colore molto estivo, ma che sfoggio senza paura anche in questi mesi meno caldi. Tanto amore per lui, insomma. Si asciuga subito e anche con una passata il colore è deciso. Sì, decisamente tanto amore per lui.

2. Best Lip Product
Qui la scelta è ardua. Ma che dico, so già qual è: Cosmo di MAC, il mio MLBB, l'Amplified che accompagna le mie giornate milanesi. È sempre con me in borsetta per i ritocchi di metà giornata e per i giorni in cui non metto il rossetto a casa (cosa che capita spesso, sono troppo pigra io).

3. Best Eye Product
Siccome non vedo “Best Mascara”, il premio lo prende il Ciglia Finte di Maybelline. Lui riesce, da solo, senza piegaciglia, a aprirmi lo sguardo e a far sembrare i miei quattro peletti qualcosa di simile a dei ventagli. Cioè, circa. Ecco.

4. Best Face Product
Qui la scelta è difficile davvero. Non c'è un prodotto che mi abbia lasciata a bocca aperta per tutto l'anno, se non una categoria di prodotto, con alti e bassi a seconda delle stagioni, ovvero le BB Cream. Per me sono la salvezza, perché mi fanno sembrare la pelle meno spenta e non appesantiscono troppo, ma ognuna ha i suoi pro e i suoi contro, quindi non ne promuovo una in particolare. 6 politico a tutte.

5. Best App
Quest'anno non ho avuto un cellulare fisso, ma un'app che mi ha accompagnata è la stupidissima Candy Crush Saga, che nei momenti di nullafacenza totale mi tiene sveglia e mette alla prova anche il mio cervello. No, non ve la consiglio perché crea dipendenza. Anche se oltre il livello 165 proprio non riesco ad andare, oh.

6. Best Memory
Questa è una domanda tosta. Il miglior ricordo. Mh. Probabilmente ogni volta che cucino con il mio ragazzo. Cucinare con lui è una cosa tenerissima, mi piace più di tante altre che facciamo assieme. O forse anche guardare Masterchef 3 USA con lui, non saprei quale delle due mi rimarrà più a lungo in testa.

7. Best Experience
Diventare istruttrice di nuoto. È vero, il brevetto ancora non ce l'ho, ma arriva a breve, ed è anche vero che ho soltanto tre corsi, ma non mi importa. Io adoro l'acqua, adoro la piscina e adoro insegnare a quei microbi a non avere paura di galleggiare, a muoversi in un ambiente diverso, a smettere di frignare perché tanto a piangere entra solo acqua in bocca.
(piccola nota: io adoro i bambini dai 2/3 anni in su, quando parlano, interagiscono e fanno ridere; quelli più piccoli li detesto, anche se sono carucci, perché non capisco cosa vogliano da me.)

8. Best Lesson Learned
Sicuramente che non devo per forza fare tutto da sola, caricarmi tutto sulle mie spalle, perché se chiedo aiuto non faccio la figura di chi non sa fare le cose, ma semplicemente dimostro che gli altri sono importanti per me.
Pensiero complesso, ma meglio di così non so proprio come dirlo!

9. Best Movie Seen
Rush. Potrei dire Frozen, ma l'ho appena visto e la traduzione italiana non mi fa impazzire, mentre il mondo della Formula 1 mi piace mooolto di più! (Okay, la presenza di Chris Hemsworth potrebbe influire nel mio giudizio, ma anche Mila Kunis in “Oz the Great and Powerful” influisce sul giudizio del cosiddetto sesso forte...). Non è esattamente il film che consiglio a tutte le future principesse, ma per svagarsi e farsi un po' di cultura automobilistica è perfetto.

10. Best Book Read
La sfida è all'ultimo sangue, ma vince Wicked. Vince la storia di una donna lasciata ai margini da tutti, che sfida il suo intero mondo per ciò che lei crede sia giusto, una donna che ama fino alla fine, che non smette di sperare nemmeno quando sembra troppo tardi. Elphaba è la mia role model. Io posso sconfiggerela gravità.

Questo è quanto, bellezze.
Passate una bella serata e ci leggiamo nel 2014! (ci metterò un mese prima di scrivere la data giusta, già lo so)
Valeria


ps: Vale anche come “Christmas Red?”
(No, zucca, che non vale come doppio post! Taci che fai più bella figura!)

Illamasqua Under-Eye Concealer in 200

Prima di scrivere questo post sono corsa a controllare che i saldi Illamasqua siano ancora attivi.
Sì, perché se devo scrivere un post, spero, utile a qualcuno, devo essere sicura di non scrivere a vanvera.

Infatti l'Under-Eye Concealer in 200 lo trovate ancora tra i saldi a 7.50£, anziché a 13£.
Questo prodotto l'ho acquistato a fine settembre e credo di poter dare un giudizio abbastanza oggettivo, in virtù dei tre mesi di frequentazione che abbiamo avuto.

Partiamo da un dato di fatto non trascurabile: le mie occhiaie sono veramente veramente poche. Una lievissima ombreggiatura sotto l'occhio, per giunta nella parte più esterna, quindi di correttori specifici per occhiaie non ne ho così tanto bisogno.
Ho invece una miriade di piccoli brufoletti, soprattutto in quel periodo del mese, quando mangiare kili di cioccolata è moralmente accettato, che non sempre si coprono con il fondotinta.
Per questo motivo di parlerò di entrambi gli usi che potete fare di questo favoloso correttore.

La confezione è la – solita – carinissima scatolina di cartone lucido nera, con scritte bianche, su cui troviamo riportato l'INCI, il PAO e la quantità di prodotto.
Al suo interno troviamo la confezione con la tipica forma dei prodotti Illamasqua, simile alla forma dei “quadri” nelle carte da gioco, per intenderci. Confezione nera, con un'etichetta che riporta altre informazioni sul prodotto.
Aprendola troviamo uno specchio non eccessivamente grande (a volte è difficile vedere l'occhio) e il prodotto vero e proprio.

Il colore, come potete notare dallo swatch, è quello della mia pelle. Sì, non si vede, ma se cercate bene tra i pixel della foto potete intravederlo. Non vi sto prendendo in giro, c'è, ma è esattamente la mia tonalità. Sulle “occhiaie” risulta chiaro, ma appena lo sfumo si fonde perfettamente con la mia pelle.
Scrive perfettamente. Copre benissimo le ombre sotto gli occhi, e con un velo di cipria a fissarlo, non si sposta per tutto il giorno.

Sulle imperfezioni del viso è invece un po' più antipatico, perché la sua natura cremosa lo rende sfuggevole, per così dire; va fissato immediatamente con la cipria, altrimenti ciò che volete nascondere tornerà a farsi vedere, al contrario di quanto mi accade con il Full Coverage Concealer di Kiko, che non si sposta nemmeno coi carri armati.
Sarà che non è progettato per il viso, sarà che l'hanno fatto apposta cremoso per evitare secchezza nel contorno occhi, ma non mi lascia totalmente soddisfatta.

Il PAO è di 12 mesi, nella confezione troviamo 2.5ml di prodotto (0.5ml in più rispetto all'amico Kiko).
Questione reperibilità: online. Che io sappia, solo ed esclusivamente sull'e-store ufficiale. Che però con questi saldi (che non so quanto dureranno, da Twitter mi hanno detto “fino all'anno nuovo sicuramente”) diventa molto più appetibile.

Insomma, se avete un contorno occhi da panda, magari secco, e volete nasconderlo, correte dall'Under-Eye Concealer.
Se state pensando di prenderlo per le imperfezioni, facciamo che ne riparliamo con altri correttori.

Spero di esservi stata utile anche questa volta!
Valeria
Ps: gli auguri ve li beccate domani, ts.

,

Illamasqua Light Liquid Foundation 200

In questo carinissimo e-store di un famosissimo brand ci sono sconti parecchio interessanti.

Okay, fare la misteriosa non serve a nulla se nel titolo potete leggere di cosa sto parlando, ma volevo dare un'aria seria all'introduzione, almeno oggi.

Approfittando di favolosi sconti a settembre avevo comprato alcune cosine da Illamasqua, due le avete già viste in azione, e torneranno, mentre di altre due vi parlerò in questi freddi giorni di fine dicembre.
Non so quanto dureranno i saldi, ma affrettatevi se siete interessate!

Oggi vi parlo del prodotto che tra i due ho usato di più, quello che, quando sarà finito, verrà ricomprato, magari insieme a qualche blush, ecco. Ma non con questi saldi. Ne riparliamo ai prossimi.

Il Light Liquid Foundation in 200 è esattamente il mio colore. Sfumato si fonde totalmente con la mia pelle. Il sottotono è perfetto, non è troppo arancione o troppo rosa (credo di essere beige, io, ma non ne ho la certezza. Qualcuno può aiutarmi in merito?).




 
Dal sito:

LightLiquid Foundation in 200 Formedium skin with golden undertones

Every face tells a story. Make yours compelling with Illamasqua Light Liquid Foundation. It blends effortlessly, balances and corrects uneven skin-tone, giving a light coverage and a dewy effect that lasts long into the night. Step out and let your skin`s natural beauty shine through.

Il packaging è molto semplice. Arriva in una scatoletta nera con riportato il nome, il PAO, la quantità e l'INCI. Scatoletta uguale a ogni altra del brand inglese. La confezione è di plastica resistente, che permette di vedere il colore all'interno e vedere quanto prodotto è rimasto. L'erogatore è un beccuccio da cui esce poco prodotto per volta, giusto quando basta per coprire il viso. Il tappo è in plastica nera molto resistente.

Non esistono abbastanza parole per descrivere le incredibili perfomances di questo fondotinta. È leggero e con un velo di cipria, veramente un velo, una passata leggerissima, rimane al suo posto per tutto il giorno. Non va nelle rughe di espressione, non sparisce dal contorno labbra quando mangio, resiste quasi perfettamente al raffreddore – quasi, perché ancora devo trovare qualcosa che sia tissue-proof – e alla sera quando mi strucco posso vedere che è veramente rimasto al suo posto.
Non sa ancora fare miracoli per quanto riguarda la copertura dei brufoli più insistenti, per quelli serve un bel correttore verde, ma con le occhiaie, perlomeno con le mie quasi inesistenti, funziona benissimo, tanto che spesso non uso il correttore.
Essendo “Light Liquid Foundation” la coprenza non è assolutamente alta, e eventuali macchie sul viso si vedono, ma la durata eccellente compensa questa “mancanza”.

La confezione è da 30ml e il PAO è 9 mesi.
L'INCI è riportato sulla scatola (qui sotto nella foto, cliccate per ingrandire).
La si può comprare nello store online, per ora in saldo a 10£, anziché 27£. Direi che conviene.
Dal sito è anche abbastanza facile capire se il colore sia adatto o meno, grazie alle foto che corredano ogni prodotto e alle descrizioni, che specificano eventuale colore/sottotono.

Trovo che sia un fondotinta molto valido, dalla texture leggera e adatto anche a essere messo tutti i giorni (anche perché quando vado a Milano senza base torno piena di brufoletti...). Il prezzo normale lo trovo altino, ma con questi saldi conviene eccome!
Il mio voto finale quindi è... 9!

Ve lo ricordo un'ultima volta, guardate i saldi che conviene!
Valeria

, ,

#gettingreadyforchristmaschallenge - Red and Gold

Rosso e oro. I colori classici del Natale, cosa vuoi che sia creare una manicure o un makeup con questi? Ts.
E invece anche questa è stata un dramma. Inizialmente avevo un sacco di idee, disegnare fiocchi, stelle, comete, ma sono negata.
Quindi la mia “manicure” non è che una montagna di smalto rosso con un kiletto di brillantini dorati sull'anulare sinistro (dove il mio sesto senso di ragno dice che troverà presto posto qualcosa) (sì, sono il mago della programmazione dei post, probabilmente quando lo leggerete saprete già cosa ho ricevuto per Natale!).
 Ah, salutate il nostro special guest, lo gnomo natalizio!

Dettagli tecnici: mettere una buona base, che faccia durare i colori il più a lungo possibile e non vi lasci macchie di colore sulle unghie (Essence Protecting Base Coat), scegliere un rosso intenso (Throb di Illamasqua), un rosso sangue, diciamo, e qualcosa che sia pagliuzze d'oro sminuzzate (Spartan, sempre di Illamasqua).

Sì, probabilmente penserete che io sia fissata con Illamasqua, e avete perfettamente ragione! Quando a settembre feci l'ordine questo duo di smalti era in promozione a 7.50£. Metà del prezzo di uno!, era l'affare del secolo. Ed erano stati scelti già in vista di queste feste, con il mio occhio lungimirante sapevo che li avrei voluti.
Non possiedo altri smalti rossi, non è un colore che mi faccia impazzire e, ancora adesso, mi domando quanto effettivamente lo userò al di fuori dei 20 giorni di Natale. Mh...

Questo discorso non vale per Spartan. Oh no, lui è troppo bello, lui lo userò ancora, e ancora, e ancora, e ancora...

Direi che abbinato al mio outfit di ieri (no, non avrete foto, giammai!) ci stava bene come le acciughe in una cioccolata calda, ma l'importante è che sia natalizio, e credo che lo sia.

Purtroppo non resiste a sessioni intense di lavaggio piatti, ma pochi smalti riescono nell'ardua impresa. Tutto sommato sono smalti molto buoni e non mi hanno ancora dato nessuna noia.

Auguri a tutti gli Stefano/a tutte le Stefania!
Non mangiate troppo oggi, so che vi siete riempiti già ieri!
Valeria

, , , , ,

#gettingreadyforchristmaschallenge - All I want for Christmas...

Domani è Natale.
E io pubblico oggi la mia wishlist, nella speranza che forse qualche folletto di Babbo Natale (hjelper o qualcosa di simile, come li chiamano nella fredda Norge) la legga e mi accontenti.
Parlerò solo di cose riguardanti il mondo della bellezza, lasciando da parte migliaia di altri aspetti (come la libreria della Bestia dell'omonimo film Disney).

Prima fra tutti, sperata, credevo di averla a un soffio di naso, ancora non mi è chiaro se ci sarà o non ci sarà, c'è la Naked. La uno, quella originale. Quella coi colori caldi. Quella che va bene per me. Ho dozzine di ombretti simili, ma avere tutto in un'unica confezione, facile da portare in giro sarebbe grandioso. Se non arriva, me la prendo per Pasqua. Forse.

Desiderio numero due, visto dal vivo oggi: Lancôme Doll Eyes Mascara. Le mie ciglia sarebbero le più felici del mondo, ma ci penserò in futuro, perché dubito che qualche hjelper sappia cosa sia il mascara.

Terzo, il Paint Pot Rubenesque. Quando lo avrò (prima o poi...) lo userò ogni singolo giorno, perché nella mia testa è il colore perfetto. So che cambierò idea al prossimo Paint Pot che vedrò per bene, ma cerchiamo di sembrare convincenti.

Infine uno smalto che più che un mio desiderio personale è influenzato notevolmente dal mio ragazzo, ovvero Blue Boy di Chanel. Io adoro il blu, naturalmente, ma non sono una tra le più grandi “veneratrici” degli smalti francesi, eppure la sua insistenza mi sta convincendo. Anche lui prima o poi verrà a casa da me.

Folletti di Babbo Natale, hjelper cari, o come volete essere chiamati, se mi ascolterete lascerò latte e biscotti sulla finestra per un mese. Altrimenti nada!

A voi tutte, buon Natale! Passate bene la giornata di domani, non pensate a trucchi e vestiti, ma a stare con le persone che amate e a divertirvi (e non abbiate scrupoli se comprende anche lo strafogarvi di cibo, lo facciamo tutte!).
Ancora, buon Natale!
Valeria

Not yet but almost

, , , ,

My Top Five Doe Deer Products

Mi mancava un po' scrivere qualcosa di sensato e, non avendo il tempo materiale per fare cose complesse e mirabolanti, ho deciso di guardare quali #dramatag ancora fossero latitanti.

E non ho fatto quello sugli occhi da cerbiatta, quello che non mi fa sembrare una Jane Doe qualunque (una Jane Doe è una “tizia”, ndr).
È la mia arma segreta di quando ho poco tempo e devo essere presentabile, quindi cinque prodotti (più base, più blush, più rossetto; ahia, diventano tanti) sono sufficienti.

Per prima cosa illumino la palpebra mobile con il Soul Color Creamy (13) di Astra, un rosa champagne metallizzato. Poi nella parte esterna metto una buona dose di LLSE di Kiko 04, Cioccolato Dorato. Anche qui trionfo di brillantini e lucentezza.

Per dare ulteriore profondità, senza rovinare tutto, rinuncio all'eyeliner a favore di una matita nera, di qualsiasi brand e scrivenza, ma meglio una molto morbida, come questa di Got Beauty.

Infine, due diversi mascara. No, non sono impazzita, ne uso veramente due quando voglio l'effetto cerbiatta completo. Uno, il Ciglia Finte di Maybelline, serve per dare la forma, grazie al suo scovolino gonfio, e prende anche le ciglia più interne e quelle inferiori, mentre il Luxurious Lashes di Kiko serve solo per esagerare l'effetto sulle ciglia superiori esterne, per allargare lo sguardo, dato che da sole le mie ciglia non ce la fanno (poveri quattro peletti dritti).

E questo è tutto. No, non vedrete il mo caro occhietto truccato. Ho detto di no. Purtroppo in casa mia manca un luogo in cui la luce sia decente, quindi mi arrangio.

Non so se riuscirò a scrivere qualcos'altro prima di Natale, spero domani di avere il tempo per raccogliere quattro idee e produrre qualcosa, ma durante le vacanze mi metto sotto!
Inizio già a fare i buoni propositi per l'anno nuovo: scrivere post con regolarità, programmarli e non fare intere settimane rodendomi le mani perché mi sono dimenticata di scrivere.

Se non mi doveste leggere domani, Buon Natale!
Valeria

Ps: qui gli altri dramatag che ho fatto! 
My Top 5 I'm late/I can't be bothered Products!

, , , , , , , , ,

#gettingreadyforchristmaschallenge - Not yet, but almost!

Taa-daan!
A una settimana da Natale, ecco la prima manicure a tema natalizio. Essere universitaria è una faticaccia, soprattutto essere pendolare. Odio odio odio.
Però sono soddisfatta. Di solito sono l'incapacità fatta persona quando si tratta di smalti, invece mi pare di aver fatto un lavoro decente ispirandomi a questa.

Purtroppo le mie unghie sono ancora corte, quindi la parte bianca è allegramente andata a farsi un giretto nel mondo di Cindy-Chi-Lou (si scrive così? Anni a guardare il Grinch e non sapere come si scrivono i nomi dei personaggi o.o)

Beh, non c'è molto da dire. Una linea nera con palline/lucette natalizie tutt'intorno.
Facile, carina.

Post con bassa utilità sociale, ma l'importante è che guardiate la pagina Facebook verso le 14 di questo pomeriggio ♥
Valeria

*Le foto sono con le luci artificiali, ho tempo solo di sera, di giorno sono – ancora per poco – sempre a Milano.
** La mano tremolante che ha fatto le righe non è affetta da alcuna malattia grave, è semplicemente imbranata. Non preoccupatevi per me!

Cosa ho usato:

Dotter
Essence Protecting Base Coat
Smalto Pupa Lasting Color 506 Fluo Yellow (giallo, ma va?)
Illamasqua Nail Varnish Throb (rosso)
Kiko Celebration Nail Laquer 423 (verde)
Kiko Nail Laquer 295 (azzurro)
Avon Arabian Glow Nailwaer Pro Funky (fuchsia)
Quando è solo per te smalto (nero, il numero è scomparso)

, ,

Christmas Tag

Su un paio di blog che seguo, vorrei dire assiduamente, ma nell'ultimo periodo a malapena ho il tempo per accorgermi che respiro, ho visto questo tag, ideato da Calendula e Camomilla (ma che nomi carini che avete tutteeee :3)
Quindi, per riprendere in mano questo povero blog abbandonatuccio, ricominciamo da un tag!



1. Film di Natale che preferite?
Sui film si va sul pesante, perché me ne piacciono tanti. Sicuramente qualsiasi cartone animato che ne parla, ma lo Schiaccianoci (anche e soprattutto nella versione di Barbie) mi dà proprio l'idea di Natale.

2. Colore natalizio che preferite?
Oro. E un pochino anche l'argento. Ma soprattutto l'oro, è raffinato e non strausato come il rosso. Sin da piccola credevo che desse un'aria raffinata al mio Natale.

3. Avete mai “costruito” un pupazzo di neve?
Sìììì! Ogni inverno in cui c'è abbastanza neve da farne uno.

4. Potete comprare un solo regalo, a chi lo fareste?
Alla persona che rende la mia vita speciale ogni giorno, che c'è sempre per me e che mi fa sentire una vera principessa. Sì, sto parlando con te, fidanzato rompiballe!

5. Aprite i regali la vigilia o la mattina di Natale?
La mattina, prima di colazione! Guai a toccarli prima!

6. Cosa amate fare durante le vacanze natalizie?
Leggere, come durante il resto dell'anno, e bere la cioccolata calda.

7. Il vostro desiderio natalizio più grande?
Si è già realizzato, ed è quello di essere felice. Banale? Forse, ma se si parte con il sorriso tutto diventa più facile!

8. L'odore che vi ricorda di più il Natale?
Quello di polvere e umidità dello scatolone con le decorazioni.

9. Piatto, natalizio, preferito?
Pandoro. Pandoro in qualsiasi condizione. Pandoro fino alla morte.

10. Prodotti make up, must have, che non possono mancare il giorno di Natale?
Mh, scelta ardua, ma direi la matita dorata Kiko 400. Fa subito aria di festa, no?

Taa-daan!
Queste sono le mie risposte.
Fate anche voi questo tag, e ricordatevi che manca poco alla fine di questo giveaway, che vi permette di vincere cose carine, che magari non arriveranno per Natale, ma noi ci tentiamo lo stesso! Su su!

Buona Santa Lucia!
Valeria

Follow by Email

Followers

ChocolateMakeup. Powered by Blogger.